Kubota Machinery
in Europe
You selected
Menu:

Seleziona un modello

Analisi generale e campi di utilizzo

Gli escavatori dotati di pneumatici sono conosciuti come pale gommate. Tra questi, oltre alle macchine per movimento terra, sono compresi carrelli elevatori e molti altri mezzi dalla grande potenza di sollevamento. Ogni pala gommata può differire dai modelli simili per capacità di carico, dimensioni della pala, misure complessive, potenza del motore e peculiarità tecniche più approfondite. Quasi tutte le varianti sono adatte all’uso in cantiere, coerentemente con l’attrezzo frontale installato.
Non tutte le pale gommate nel catalogo Kubota presentano un attrezzo principale finalizzato allo scavo. I settori in cui è diffuso l’utilizzo di questi mezzi comprendono infatti l’agricoltura su larga scala, l’industria metallurgica (per lo spostamento del materiale grezzo in enormi quantità) e le attività di ricerca mineraria, per citare solo alcuni esempi. Naturalmente per l’uso di una pala gommata di grandi dimensioni è necessario uno spazio di lavoro adeguato.

Peculiarità e vantaggi

Il tipo di trazione a terra, in questo caso tramite ruote e pneumatici, è l’unico requisito necessario per identificare con certezza una pala gommata e distinguerla dagli altri tipi di escavatori. Ma le discrepanze non finiscono qui: è molto difficile, per esempio, che una pala gommata sia equipaggiata con un braccio girevole (o addirittura l’intera cabina, come avviene per alcuni cingolati). Il telaio può essere comunque snodabile tra gli assi.
I vantaggi nell’uso di una pala gommata sono due. Il primo riguarda la rapidità negli spostamenti: gli pneumatici permettono velocità maggiori rispetto al trasportatore cingolato, oltre alla miglior maneggevolezza, fattore di rilievo per gli sbancamenti con punti di scarico e raccolta separati. Il secondo si trova nella superficie delle gomme, che al contrario dei cingoli non rovina l’asfalto e le pavimentazioni (a dispetto di una stabilità inferiore nei terreni scivolosi).

Componenti e sicurezza delle pale gommate

Componenti chiave

Il telaio della pala gommata è strutturato per adattarsi alle irregolarità del terreno grezzo. Nella maggior parte dei modelli è presente uno snodo centrale; questo significa che la rotazione avviene da parte di tutto il carro e non solo da due delle quattro ruote, a favore dell’agilità all’interno del cantiere. Il propulsore si trova in posizione arretrata, per una distribuzione dei carichi ottimale anche quando la pala è in uso.
Il braccio è la struttura a cui è collegata la pala frontale, meglio conosciuta come benna, e funziona tramite un circuito idraulico chiuso che raccoglie parte dell’energia dispensata dal motore. Nel caso delle pale gommate la benna si può sollevare e abbassare con escursioni notevoli; l’orientamento è invece più limitato, ma comunque presente e utile per la massima elasticità negli scavi più irregolari ed impegnativi (ad esempio un terrapieno roccioso).
La cabina ha il compito di proteggere l’escavatorista dalla polvere e dagli eventuali detriti. Nei modelli più grandi e potenti è dotata di vetri anti sfondamento, sistemi di ventilazione e in alcuni casi un’uscita di sicurezza; queste caratteristiche non sono necessarie per le varianti di piccole dimensioni, considerata la loro destinazione d’uso. All’interno della cabina sono ospitati tutti i comandi del mezzo e spesso la posizione dei componenti è regolabile.

Sicurezza e manutenzione

La manutenzione di base è opportuna per mantenere le pale gommate in condizioni ottimali: meglio verificare periodicamente i componenti principali e prestare attenzione a non utilizzare i mezzi per demolizioni o per interventi in condizioni atmosferiche estreme. Le macchine per il movimento terra Kubota sono comunque progettate per durare a lungo e garantire la massima sicurezza sia agli escavatoristi, sia a chi lavora in prossimità dei mezzi durante le operazioni.